Inverno 2020-2021
 
Su
Ricerca dati
Dati analitici rilevati
Dati in tempo reale
Inverno 2002-2003
Inverno 2003-2004
Inverno 2004-2005
Inverno 2005-2006
Inverno 2006-2007
Inverno 2007-2008
Inverno 2008-2009
Inverno 2009-2010
Inverno 2010-2011
Inverno 2011-2012
Inverno 2012-2013
Inverno 2013-2014
Inverno 2014-2015
Inverno 2015-2016
Inverno 2016-2017
Inverno 2017-2018
Inverno 2018-2019
Inverno 2019-2020
Inverno 2020-2021

 

Andamento Inverno 2020-2021.

 bullet Ottobre - Dopo un'estate leggermente sopra-media, ma senza eccessi e meno calda delle precedenti 3, il mese trascorre con una temperatura poco sotto la media +12.8, la minima del mese +3.1 il giorno 13. In Appennino si vede la prima neve, buone le precipitazioni anche in pianura 113 mm.
 bullet Novembre - Il mese inizia con una prevalenza di alta pressione e temperature sopra la media, +17.3 il giorno 6, ma poi con nebbie ed inquinamento da polveri. Nella prima metà del mese sono quasi assenti le precipitazioni, il giorno 20 la neve imbianca l'Appennino sopra i 1200 mt. ed il 21 scendiamo sotto lo zero anche in pianura con una bella brinata, il 22 tocchiamo i -3. Il mese chiude con una media di +8.2 (circa un grado oltre la norma), ma la terza decade è quasi invernale con una media delle minime sotto lo zero e delle medie di +4.2, scarse le precipitazioni 32 mm, infine sono 7 le minime negative. 
 bullet Dicembre - Il mese si presenta con la prima nevicata il giorno 2, solo 4 cm nella notte (vedi sotto), seguita poi da abbondanti precipitazioni, che ammontano a circa 160 mm nella prima decade. La neve sommerge l'Appennino, alcune fonti parlano di 1 metro a 1400 mt. e di 2 metri a 1600 mt. nella parte più occidentale della provincia, vedi escursione con le ciaspole del giorno 14, lo stesso giorno la temperatura in pianura tocca i -3.7 gradi. Seguono poi giorni nuvolosi ed umidi che portano al quasi totale scioglimento della neve in Appennino. Il giorno di Natale però una perturbazione a carattere freddo riporta l'inverno ad iniziare dai monti, ma dopo 40 mm di pioggia, dalla sera la neve raggiunge anche la pianura e lasciando sul terreno una coltre di 3-4 cm. Ma il bello deve ancora venire, il 27 mattina il termometro segna -4.1 e nella notte successiva inizia la nevicata più intensa per misura e durata del nuovo millennio, cadono 44 cm in 10 ore (vedi foto). La mattina del 29 la temperatura scende a -8.1 ed il 31 non supera lo 0. Il mese chiude con una media di +3.1, mezzo grado oltre la norma, cadono 239 mm di precipitazioni (854 mm nel 2020) ma il giorno 31 il pluviometro è ancora pieno di neve caduta, il cui totale nel mese è di 51 cm, 12 sono le minime negative (55 nel 2020) e solo 1 giornata di giaccio. 
 bullet Gennaio - L'anno inizia con una nevicata, inizialmente stentata poi a tratti più incisiva, l'accumulo (somma di più fasi) è di 8 cm, ma in Appennino le misure sono importanti. Seguono poi giorni freddi ma piovosi e umidi, la sera del 5 la pioggia si trasforma in neve ma senza accumulo. Le precipitazioni nei primi 6 giorni, compresa la neve sciolta del 28/12, ammontano ad oltre 100 mm. Nei giorni successivi il tempo tende a migliorare, i giorni11 e 12 segnano un -6.4 di minima, ma il 13 tocchiamo i +10.4 di massima; il giorno 18 la nebbia con galaverna ci regala una giornata di ghiaccio, -4.8 e -0.7 gli estremi. Altre 2 fasi perturbate si susseguono nel mese, dal 20 al 23 cadono 45 mm di pioggia e si toccano i +12.2 gradi, ed il 30 e 31 altri 21 mm, in queste fasi anche in Appennino la neve resta a quote mediamente elevate e si alterna alla pioggia. Il mese chiude quasi in media 81-10 con +1.69, cadono 171 mm di pioggia, 20 sono le minime negative, 1 giornata di ghiaccio e 8 i cm di neve.    
 bullet Febbraio - Sembra inizio Novembre, cieli grigi, miti ed umidi caratterizzano la prima decade del mese, nella quale non si registra nessuna minima negativa. Con la seconda decade invece entra aria da est che per alcuni giorni riporta l'inverno sul piacentino. Nella sera/notte del giorno 12 una debole nevicata, accompagnata da forte vento, cade in Appennino arrivando fino in pianura ma con solo 2 cm, a Pontedell'olio 5 cm, una ventina sulle cime appenniniche, ma con irregolari accumuli eolici. Il giorno 14 tocchiamo i -6.4 di minima, il giorno dopo -7.1. nei giorni successivi le temperature risalgono ed un potente anticiclone regala una primavera anticipata, per 3 giorni consecutivi si superano i 18 gradi (+18.6 la massima). Il mese chiude con una media di 6.4 (quasi 3 gradi oltre la norma), cadono 23 mm di precipitazioni e 2 cm di neve, 6 le minime negative.
 bullet Marzo - Il mese inizia con temperature ormai rientrate nella norma e con una minima di -2, permane il periodo asciutto con temperature nella media fino al 17, quando entra aria da est e riporta le minime sotto lo zero (-3.4 il giorno 20). La fase fredda dura circa una settimana, ma senza precipitazioni, alla fine del mese invece si toccano i +23.9. Media del mese +8.4 perfettamente nella norma, 10 le minime negative, assenti le precipitazioni.
 bullet Aprile - Il mese inizia con temperature estive +26.3 il giorno 2, ma nei giorni successivi 2 impulsi di aria artica riportano la temperatura prima in media e poi addirittura sotto lo zero, -2.5 il giorno 8. Con la seconda decade tornano finalmente le piogge in pianura (quasi 60 mm dal 10 al 13 del mese), e la neve sull'Appennino 30 cm oltre i 1400 metri, ma a tratti anche più in basso. Un po' di brina si rivede in pianura il giorno 14 con una minima di +0.7, la notte successiva un'altra spruzzata di neve imbianca l'Appennino dai 700/800 mt. Il mese chiude con una media di circa 1 grado sotto la norma (+11.2), cadono in totale 69 mm di pioggia e 2 sono le minime negative.
 
Finalmente un inverno un poco diverso dagli ultimi 7, diciamo vicino alla norma. Abbiamo avuto un'ottima nevicata il 28 Dicembre, con una intensità sicuramente eccezionale, seguita poi da tempo freddo e permanenza della neve al suolo per quasi un mese. Il quantitativo di neve caduta 61 cm in 5 episodi può considerarsi nella media così come il numero delle minime negative (57). Il quantitativo di neve caduta in Appennino è stato sicuramente abbondante, e questo è molto importante per il mantenimento delle risorse idriche.  

 


 

Ultimo aggiornamento: 01-05-21