Inverno 2017-2018
 
Su
Ricerca dati
Dati analitici rilevati
Dati in tempo reale
Inverno 2002-2003
Inverno 2003-2004
Inverno 2004-2005
Inverno 2005-2006
Inverno 2006-2007
Inverno 2007-2008
Inverno 2008-2009
Inverno 2009-2010
Inverno 2010-2011
Inverno 2011-2012
Inverno 2012-2013
Inverno 2013-2014
Inverno 2014-2015
Inverno 2015-2016
Inverno 2016-2017
Inverno 2017-2018
Inverno 2018-2019
Inverno 2019-2020
Inverno 2020-2021

 

Andamento Inverno 2017-2018.

 bullet Novembre - Dopo un'annata estremamente calda e siccitosa, finalmente a Novembre arriva la stagione fredda. I giorni 5-6-7 sono caratterizzati da una bassa pressione ligure ed abbondanti precipitazioni (circa 60 mm) con la comparsa della prima neve in Appennino sopra i 1400 mt. La sera del giorno 12 entra un impulso di aria artica portando poca pioggia sulla pianura piacentina, ma neve oltre gli 800 mt. (30 cm a 1500 mt.), neve al piano invece sul bolognese. La prima minima negativa -0.8 è del giorno 15. Seguono poi alcuni giorni di alta pressione, il giorno 26 entra altra aria fredda da NW e la temperatura scende a -3.3 la sera successiva. Media del mese 7,2 sostanzialmente nella norma, cadono 77 mm di pioggia e 6 sono le minime negative.
 bullet Dicembre - Il mese inizia con una bella minima -3.5 e la sera un affondo artico entra nel mediterraneo, ma troppo a SW per coinvolgere pienamente il piacentino. La mattina del giorno 2 le colline sono bianche dai 200 mt. di quota (5-10 cm salendo di altitudine) mentre solo acqua mista a neve in pianura. Seguono alcuni giorni relativamente freddi fino al giorno 10 quando la prima neve (4 cm) imbianca la pianura con temperature negative, il forte libeccio porta però le temperature sopra lo zero i quota e con esse la trasformazione in pioggia e gelicidio al piano. Il giorno successivo la situazione si fa pesante in Appennino con oltre 300 mm sul crinale e temperature fino a 9 gradi a 1000 mt., mentre permane il freddo in pianura e bassa collina con un gelicidio sempre più consistente che abbatte rami, interrompe strade e causa black-out, un episodio di estrema intensità e gravità. La temperatura in pianura resta sotto lo zero per 2 giorni con 70 mm di pioggia. Ritorna poi un po' di freddo con la temperatura che scende fino a -6.6 il giorno 21. Appena dopo Natale il tempo cambia di nuovo ed una perturbazione nord-atlantica porta neve in Appennino (almeno 60 cm a 1500 mt) con la quota neve che si abbassa fino a 500 mt a fine perturbazione, in pianura però solo pioggia. Il mese chiude con una temperatura media di +1.9 (oltre mezzo grado sotto la norma) cadono 101 mm di pioggia (632 mm nel 2017) e 4 cm di neve, 26 sono le minime negative e 2 le giornate di ghiaccio.
 bullet Gennaio - L'anno inizia con un po' di pioggia che si trasforma in neve lasciando un imbiancata al suolo (0,5 cm di accumulo), seguono poi giorni via via più miti ed umidi la temperatura torna sotto lo zero il giorno 13 (-2,2). Il giorno 20 tocchiamo i -3,8 ma il mese trascorre in attesa di un cambio di circolazione che però tarda a presentarsi. Media del mese 4.3 (2.5 oltre la norma) cadono 39 mm di pioggia e 17 sono le minime negative.
 bullet Febbraio -  Finalmente il cambio di circolazione prende corpo almeno nelle previsioni a medio termine, ritardando però gli eventi a fine mese, comunque già nella prima metà del mese in più occasioni cadono modeste nevicate in Appennino fino a quote di bassa collina, in pianura però i fiocchi non si fermano. Il giorno 22 la neve ricompare in pianura anche se non produce accumuli, mentre cadono circa 10 cm a 500 mt, il giorno successivo cade 1 cm di neve anche in pianura, e nuovamente una decina di centimetri a 500 mt. Ed ecco il Burian previsto che entra in Europa e sulla penisola italiana il giorno 25, portando con se forti venti, una piccola bufera di 2 cm in pianura un po' di stau in Appennino e temperature glaciali. Il giorno dopo 26 scendiamo a -5.9 con la minima però disturbata ancora dal vento, di giorno con il sole la massima non supera lo zero (almeno sul tetto). Il 27 la minima scende a -8,8 e la sera del giorno successivo dopo una minima di -9 inizia a nevicare accumulando 1 cm prima della mezzanotte. Il mese chiude con una media di +2.8 gradi a -0.7 gradi sotto la norma, 15 le minime negative, 51 mm di pioggia e 4 cm di neve.

bullet

Marzo - Il mese inizia sotto la nevicata iniziata la sera precedente, le temperature sono ampiamente negative (circa -3 gradi), cadono 10 cm d giorno 1 (giornata di ghiaccio) e dopo una pausa pomeridiana altri 5 cm il giorno successivo. La notte sul giorno 3 la temperatura scende a -5.6 e dal mattino riprende prima nevischio a tratti misto a pioggia che poi si trasforma in neve accumulando altri 12 cm, una nevicata a tratti molto intensa (vedi foto). La nuova circolazione est-ovest riporta un altro impulso freddo il giorno 19 quando ricompaiono nuovamente fiocchi di neve anche in pianura con accumuli sulle prime colline. Il giorno 22 il termometro scende fino a -3.1. Le temperature risalgono fino a 20.3 gradi il giorno 30, ma il giorno successivo la neve ritorna in Appennino sopra i 1000 mt. Media del mese +6.32 (due gradi sotto la norma) cadono 151 mm di pioggia e 27 cm di neve , 8 le minime negative.

 

Inverno assolutamente anonimo nella sua parte centrale, gli unici episodi degni di nota sono il gelicidio di Dicembre a l'ondata di freddo siberiano a fine Febbraio con le nevicate dei primi di Marzo.

Su | Ricerca dati | Dati analitici rilevati | Dati in tempo reale | Inverno 2002-2003 | Inverno 2003-2004 | Inverno 2004-2005 | Inverno 2005-2006 | Inverno 2006-2007 | Inverno 2007-2008 | Inverno 2008-2009 | Inverno 2009-2010 | Inverno 2010-2011 | Inverno 2011-2012 | Inverno 2012-2013 | Inverno 2013-2014 | Inverno 2014-2015 | Inverno 2015-2016 | Inverno 2016-2017 | Inverno 2017-2018 | Inverno 2018-2019 | Inverno 2019-2020 | Inverno 2020-2021

Ultimo aggiornamento: 05-02-19